Lettera al figlio Senofonte sul decorso della sua malattia

Opera Data: Epistolae collectae XXXII 24
Recipient: Filelfo Senofonte, figlio di Francesco 
Source: Firenze, Biblioteca Riccardiana, 763, f. 532r
Milano, Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana, 873, f. 387r
ed. Venetiis 1502 (G. Alamannus), f. 228r
Language: Latino
Incipit: 
Dedi ex Cremona litteras ad te, quas accepisse iam debes. Itaque ex illis nihil est repetendum
Explicit: 
Vale, cum nostris omnibus, et valitudinem tuam cura quam potes diligentius.
Attested date: Ex Mediolano, III Kalendas Octobres MCCCCLXX.
Place: Milano
Normalized date: 29-Sep-1470
Keywords: epistola consolatoria
malattie
Regesto: 
Dopo alcune lettere senza risposta da Cremona, F. invia un'altra lettera al figlio Senofonte gravemente ammalato per consolarlo del suo stato, ricordandogli che tutto è voluto dalla Provvidenza divina e lo esorta a sopportare le avversità con coraggio. Si rallegra del progetto del figlio di raggiungerlo insieme con tutta la sua famiglia a Milano, ma gli consiglia di consultare prima i medici e di non partire senza il loro parere favorevole. Gli professa, quindi, tutto il suo amore paterno e gli raccomanda di curare la sua salute.
Lexicon index: bonitas
constantia
consulo
medicus
validus
valitudo
voluntas
Onomastic-Persons Index: Sfondradi Bartolomeo 
Name-Place Index: Cremona 
Milano 
Bibliography Citation: Francesco Filelfo, Collected letters. Epistolarum libri XLVIII. Critical edition by Jeroen De Keyser, vol. III, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2016 (Hellenica, 54), p. 1408.
Responsible: Salvatore Costanza (2015-02-18)
Reviewer: Chiara Kravina (2023-02-23)
Last edit: 2-Mar-2023
Creation: 2-Mar-2023
item.fulltext: With Fulltext
item.grantfulltext: open