Lettera a Zaccaria Saggi da Pisa sulla quarantena che lo costringe a Mantova

Opera Data: Epistolae collectae XLV 2
Recipient: Saggi Zaccaria 
Language: Latino
Incipit: 
Futurum certo arbitrabar ut ad proximum diem Veneris (quem vocant) Mediolani te viserem. Sed interclusum est nobis iter consilio
Explicit: 
et posteris. Vale cum magnifico viro Posterula nostro.
Attested date: Ex Mantua, pridie Idus Maias MCCCCLXXVI.
Place: Mantova
Normalized date: 14-May-1476
Keywords: autobiografia
medicina
pestilenza
Regesto: 
F. si augurava di vedere Zaccaria Pisano il venerdì passato, ma ciò non è stato possibile perché è trattenuto a Mantova dalle prescrizioni del duca di Milano, Galeazzo Maria Sforza, il quale non consente l'ingresso in città ad alcuno proveniente dalle regioni infestate dalla pestilenza, per impedirne l'ulteriore diffusione tramite il contagio. Così deve restare presso il marchese Ludovico Gonzaga. F. non è di quelli che antepongono la morte alla vita e impiega rimedi efficaci per restare in buona salute, giovando ai contemporanei e ai posteri. Infine porge i suoi saluti a Baldassare Posterula.
Lexicon index: consilium
contagio
remedium
Onomastic-Persons Index: Gonzaga Ludovico III, marchese di Mantova 
Sforza Galeazzo Maria 
Name-Place Index: Mantova 
Milano 
Bibliography Citation: Francesco Filelfo, Collected letters. Epistolarum libri XLVIII. Critical edition by Jeroen De Keyser, vol. IV, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2016 (Hellenica, 54), pp. 1813-4.
Responsible: Salvatore Costanza (2015-05-26)
Reviewer: Chiara Kravina (2023-03-03)
Last edit: 5-Feb-2023
Creation: 5-Feb-2023
item.fulltext: With Fulltext
item.grantfulltext: open