Nikola Restić, Lettera a Francesco Barbaro per confermargli la propria amicizia, con un elogio delle sue competenze militari e dell'attività letteraria

Opera Data: Nicolaus Restis Ragusinus, Epistola ad Franciscum Barbarum
Recipient: Barbaro Francesco 
Authors: Resti Niccolò de 
Source: Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. lat. 5220, ff. 4v-5v
San Daniele del Friuli, Biblioteca Civica Guarneriana, Guarner. 28, ff. 107v-108v
Language: Latino
Incipit: 
Si oblivione vel potius aliqua intermissione tuae maximae in me benevolentiae his superioribus
Explicit: 
domino Zachariae nostro causam committere statui. Vale, pater patriae, et me tibi deditissimo in omni re tuo arbitrio uti velis.
Attested date: Ex Ragusio, III. Idus Ianuarias MCCCCLI.
Place: Ragusa
Normalized date: 11-Jan-1451
Keywords: amicizia
arte militare
assedio di Brescia
epistola gratulatoria
informazioni politico-militari
scambi di libri
silenzio epistolare
Regesto: 
Dopo essersi scusato per il lungo silenzio epistolare ('Si oblivione vel potius aliqua intermissione... ut saltem ad praesens aliquid tuae dignitati non scriberem'), a causa di alcuni impegni militari in Pannonia, il Resti confessa all’umanista e diplomatico veneziano Francesco Barbaro di non aver mai dimenticato i favori da lui concessigli, e di averlo sempre elogiato, anche presso il reggente del Regno d’Ungheria (János Hunyadi) e il despota serbo (Đurađ Branković), per le qualità d’animo, la condotta, il coraggio e la competenza militare, dimostrata soprattutto in occasione dell’assedio di Brescia (1438) narrato nei 'Commentarioli' che lo stesso Barbaro gli aveva fatto leggere a Venezia ('Ego his temporibus licet absens, tamen... subuerendum esse duxi'). Resti menziona poi l'ambasciata del Barbaro a Roma presso Sigismondo di Lussemburgo, intrapresa nel settembre del 1433. In quell'occasione, attraversando i territori dell’impero, l’umanista veneziano aveva pronunciato una brillante orazione davanti all'Imperatore, guadagnando grande fama. Infine, il Resti prega il corrispondente di inviargli altre lettere al fine di ottenere reputazione e considerazione sociale tra i suoi concittadini ('Haec e multis tuae nobilitati... huic meo honori deesse velis'). Si rammarica, infine, con lui per il fatto di non possedere a Ragusa né il trattato 'De re uxoria' né i 'Commentarioli', che avrebbe potuto divulgare tra i dotti della zona, e gli propone di inviarglieli con la mediazione di Zaccaria.
Authors and cited texts: Evangelista Manelmo, Commentariolum de quibusdam gestis in bello Gallico (...) seu de obsidione Brixiae anni MCCCCXXXVIII
Franciscus Barbarus, De re uxoria
Lexicon index: absens
adimpleo
aetas
affero
amans
amplitudo
auctoritas
augeo
beneficium
benivolentia
caesar
celeber
cesso
conditio
cura
desisto
detineo
dignitas
divinus
divitiae
doleo
edoceo
evito
exorno
exoro
expeditio
extollo
fama
fidelis
fortitudo
gesta
gloria
honos
humanitas
immemor
impetro
impudens
incumbo
ingratitudo
ingratus
inquiro
intermissio
intervallum
iocunditas
laxatus
legatio
libellus
littera
memoria
mos
munus
nobilitas
oblivio
observatio
obtestor
oratio
praesumptio
pretiosus
probitas
procer
providentia
recordatio
res publica
retardo
scientia
scribo
scriptum
sermo
spectabilitas
subvereor
res militaris
tempus
testimonium
trado
virtus
vis
visito
votum
Onomastic-Persons Index: Barbaro Zaccaria 
Branković Đurađ 
Hunyadi Giovanni 
Sigismondo di Lussemburgo 
Name-Place Index: Brescia 
Pannonia, regione 
Roma 
Venezia 
Note: 
- Il 'Commentariolum', in cui è narrata l’eroica resistenza dei Bresciani guidata e animata dal Barbaro, capitano della città, durante l'assedio milanese di Nicolò Piccinino nel 1438, è in realtà opera del cronista vicentino Evangelista Manelmo (morto dopo il 1455) ed è stato edito da Giovanni Andrea Astezati a Brescia nel 1728.
- lo Zaccaria 'domino nostro’ nominato nella chiusa della missiva è un personaggio ben noto a Francesco e potrebbe dunque essere facilmente identificato con il figlio.
Bibliography Citation: Angelo Maria Querini, Francisci Barbari et aliorum ad ipsum Epistolae ab anno Chr. MCCCCXXV ad annum MCCCCLIII, Brixiae, J.M. Rizzardi, 1743, pp. 196-8, nr. 133. (link)
Remigio Sabbadini, Centotrenta lettere inedite di Francesco Barbaro precedute dall'ordinamento critico cronologico dell'intero suo Epistolario, Salerno, Tipografia Nazionale, 1884, p. 55. (link)
Claudio Griggio, Francesco Barbaro, Epistolario, I. La tradizione manoscritta e a stampa, Firenze, L.S. Olschki, 1991, pp. 72 nr. 397, 169, 261
Neven Jovanović, Nicolai Restis Ragusini ad Franciscum Barbarum epistula (a. 1451), in Classical heritage from the epigraphic to the digital. Academia Ragusina 2009 & 2011, cur. Irena Braticevic - Teo Radic, Zagreb, Ex libris ,2014 pp. 169-79. (link)
Responsible: Chiara Kravina (2023-09-12)
Last edit: 6-Oct-2023
Creation: 6-Oct-2023
item.fulltext: With Fulltext
item.grantfulltext: open