Lettera al card. Marco Barbo per sollecitare il pagamento di un beneficio concesso da Paolo II

Opera Data: Epistolae collectae XXXI 9
Recipient: Barbo Marco, cardinale 
Source: Firenze, Biblioteca Riccardiana, 763, f. 491r
Milano, Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana, 873, f. 364r
ed. Venetiis 1502 (G. Alamannus), f. 213r
Language: Latino
Incipit: 
Accepi equidem a non nullis viris gravibus et amicis, pater reverendissime, reiecisse Pontificem Maximum
Explicit: 
Quod autem est reliquum: commenda me pro tua claementia quamdevotissime sanctissimo domino nostro; cui opto secundissima fore omnia. Vale.
Attested date: Ex Mediolano, Kalendis Augustis MCCCCLXVIIII.
Place: Milano
Normalized date: 1-Aug-1469
Keywords: autobiografia
Regesto: 
F. sollecita accoratamente il card. Marco Barbo di adoperarsi in suo favore affinché possa fargli ottenere dalla Curia Romana il pagamento del beneficio concesso da Papa Paolo II, che non gli è stato ancora erogato per lentezze burocratiche dei questori, i quali hanno arenato il procedimento. Nello stesso tempo lamenta le sue difficoltà familiari, adducendole a ragione dell'urgenza con la quale richiede il pagamento tempestivo della somma accordatagli dalla clemenza del S. Pontefice.
Lexicon index: abstraho
beneficentia
beneficium
carina
claementia
commendo
indulgentia
mansuetudo
munus
Olechinus
Onomastic-Persons Index: Paolo II 
Note: 
Il pagamento reclamato da F. riguarda un beneficio concesso per il suo latinizzamento della 'Cyropaedia' di Senofonte.
Bibliography Citation: Francesco Filelfo, Collected letters. Epistolarum libri XLVIII. Critical edition by Jeroen De Keyser, vol. III, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2016 (Hellenica, 54), p. 1331.
Responsible: Salvatore Costanza (2014-12-19)
Reviewer: Chiara Kravina (2023-02-26)
Last edit: 20-Jan-2023
Creation: 20-Jan-2023
item.fulltext: With Fulltext
item.grantfulltext: open